Come nascono i gioielli artigianali: dall’idea al prodotto

L’alta oreficeria e gioielleria italiana nasce molti anni fa in un paese di geniali artigiani del Piemonte, Valenza Pò. i gioielli artigianali di Valenza, nel corso degli anni, si sono affermati nel mondo come una delle più alte eccellenze italiane, distinguendosi come valore artigianale, umano e creativo.

Ma come nasce un gioiello? Per rispondere a questa domanda è essenziale partire dal perché. Perché per noi significa mission, significa vision, significa il cuore. Il gioiello nasce dalla visione di un creativo, da una singola pietra, da una semplice linea, da un disegno libero intorno alla quale l’imprenditore, il fondatore, l’orefice “vede” il pezzo finito. Come uno stilista di moda che da una pezzo di stoffa “vede” la collezione finita e completa.

I gioielli di Valenza pertanto rientrano alla perfezione nell’alta gioielleria italiana, perché sono creati da artigiani che si tramandano la tradizione da ormai almeno tre generazioni.
L’amore per il bello, per il lusso e per il proprio mestiere rende possibile la nascita di un gioiello artigianale. Ci sono più vie dalle quali può nascere un singolo pezzo. Pertanto andiamo a vederle singolarmente.

Il disegnatore
Il disegnatore, o il designer, è il la persona che disegnamaterialmente un gioiello artigianale. Questa professionalità è un’artista che trasforma i pensieri, le idee, i sogni e le aspettative da astratte in reali. Molto spesso è il primo passo che dall’idea porta al concepimento del prodotto.

I disegnatori CAD
Al passo con la tecnologia e con le nuove generazioni, i disegnatori CAD rendono dettagliato e ancora più reale il disegno iniziale, rifinendolo millimetricamente e dandogli la prima forma reale stampandolo in 3D.

L’orefice
L’orefice è l’artigiano. E’ colui che manualmente lavora l’oro, colui che dalla fusione da la forma al gioiello. Dalle sue mani prendono vita concretamente i giuoielli artigianali. Svolge il suo lavoro al banco, con attrezzi specifici e con esperienza e amore. L’orefice è un artista di infinito valore che rende un gioiello indossabile e comodo, quasi come fosse vivo.

Le selezionatrici di pietre
Una volta che orefice ha finito, il gioiello passa dalle mani delle selezionatrici di pietre. Sono loro che in base all’idea iniziale scelgono le pietre più adatte, in modo da poter “vestire” il gioiello.

L’incassatore ( o incastonature)
L’incassatore è la persona che prepara i gioielli a ricevere le pietre, lo “disegna” predisponendone la piazzatura e poi una volta posizionate le ferma saldamente, armonizzando ogni sua parte.

Le pulitrici
Una volta incassato, il gioiello passa dalle mani delle pulitrici. Loro sono che ripuliscono tutto il gioiello e lo rendono scintillante. Manualmente, utilizzando spazzole di vari tipi, sono il passaggio finale, dalle loro sapienti mani appare il gioiello finito.

gioielli artigianali

Una pietra, tanti differenti tagli per renderla più bella possibile.

Più persone, stesso obiettivo
Come si evince dal processo creativo dei gioielli artigianali, affinché si passi dall’idea al prodotto finito, è fondamentale che più persone lavorino insieme.

Il lavoro di squadra, infatti, rende possibile trasformare un’idea, un’immagine, un sogno in un gioiello di altissimo livello qualitativo.
Le figure professionali, i passaggi e i settori sono tanti e diversi ma solo lavorando uniti si ottiene quel risultato che rende i gioielli italiani unici in tutto il mondo.

Le fabbriche di Valenza, con decenni di esperienza alle spalle, sono consapevoli che la collaborazione è essenziale per raggiungere un livello qualitativo d’eccellenza.

L’Imprenditore

Altro e non ultimo attore della nascita del gioiello artigianale di Valenza è l’imprenditore, che per noi è il Fondatore. Un prodotto di alta gioielleria, quindi un gioiello di Valenza, nasce dal cuore dell’imprenditore, del fondatore. Che sia un singolo pezzo o una linea, nascono da chi ha fatto nascere l’azienda. La sua parola, la sua opinione e soprattutto il suo consiglio sono il valore aggiunto dei nostri gioielli. Da una pietra, molto spesso il fondatore, l’anima dell’azienda, vede l’oggetto già finito. E sarà quindi la sua vision che la mano del disegnatore renderà reale, e così via, fino al prodotto finito, che passerà poi alle mani del marketing e del commerciale… Ma questa è un’altra
storia.

Ricevi gli aggiornamenti di GEM24K

Saremo lieti di sentire le vostre opinioni

      Lascia un commento

      Reset Password
      Confronta articoli
      • Total (0)
      Confronta
      0